Come Decorare Oggetti con la Tecnica Ebrù

La tecnica ebrù è una tecnica pittorica antica eseguita con i colori a olio. Con questa tecnica è possibile realizzare fogli di carta colorati come opere d’arte, ma è anche possibile dipingere bicchieri, tazze, oppure oggetti in polisitirolo. Munisciti di una vaschetta d’acqua e di colori ad olio e ti insegno come fare.

Questa tecnica pittorica ti consente di realizzare piccoli lavoretti in casa oppure grandi fogli colorati, che una volta asciutti potranno essere incorniciati. Prendi un bicchiere di plastica, e spremi all’interno un po’ di colore, approssimativamente due centimetri di tubetto, e mescola insieme ad un paio di gocce di acquaragia. Mescola bene con un pennello. Prendi una bacinella d’acqua. Ricordati di appoggiarla su una tovaglia o su dei fogli di giornale per evitare che ci siano schizzi vari di pittura.

Ora riempi la bacinella d’acqua e metti un po’ di colore, che rimarrà a galla grazie al potere dell’acquaragia. Per realizzare un foglio pieno di colori, ora che la prima parte di acquaragia e pittura galleggia, puoi aggiungere qualche goccia di pittura diversi usando una pipetta oppure un imbutino. Ora prendi un foglio bianco e appoggialo delicatamente nell’acqua in modo che rimanga in superficie, tienilo a bagno almeno quaranta secondi, in modo che la pittura si attacchi bene sulla carta.

Prendi il foglio dagli angoli, tiralo su piano e appoggialo ad asciugare per ventiquattro ore all’aria. Sugli angoli poggia dei piccoli pesi, in modo che non si facciano pieghe. Il movimento dell’acqua ha creato i colori e le sfumature che desideravi? Quando sarà asciutto puoi incorniciarlo e appenderlo in casa. Se invece vuoi creare disegni particolari, come vortici, mulinelli, onde, puoi semplicemente soffiare sull’acqua utilizzando una cannuccia, e tirare il colore come se stessi disegnando con una matita, sfiorando con la punta della cannuccia la superficie dell’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *