Come Fare la Manutenzione dell’Asciugatrice

Una buona manutenzione dell’asciugatrice è fondamentale per garantire una lunga durata al vostro elettrodomestico e mantenere sempre costante la sua prestazioni, sia in termini sia di efficienza che di consumi.

Bisogna dunque avere accortezza nell’utilizzo dell’asciugabiancheria ed eseguire tutte le operazioni di manutenzione sia ordinaria che straordinaria, tra le quali la pulizia dei filtri.

I filtri
I filtri provvedono a garantire il buon funzionamento dell’asciugabiancheria perché raccolgono tutto quel materiale che potrebbe bloccarne il funzionamento: pelucchi, lanugine e capelli. E’ molto importante che i filtri non si otturino e rimangano sempre puliti perché in caso contrario, potrebbe ridursi l’efficacia dell’elettrodomestico.
Nelle asciugatrici a condensazione è presente un filtro che raccoglie l’acqua di condensa che va regolarmente pulito dopo ogni lavaggio. Anche il filtro per la lanuggine deve essere tenuto sempre libero e mai intasato.
I filtri si puliscono con molta facilità, basta sciacquarli con acqua corrente ad ogni lavaggio.

Precauzioni per i capi da asciugare
Una particolare attenzione deve essere posta anche quando si inseriscono i capi nell’asciugabiancheria. Alcune aziende consigliano di non
inserire i capi che producono troppa lanugine. Bisogna poi sempre controllare che le tasche degli indumenti siano vuote, per evitare che piccoli oggetti vadano ad intasare i filtri. Evitare di asciugare quei capi che sono entrati in contatto con olio, solventi.

Per sfruttare al massimo le potenzialità dell’asciugatrice, bisogna sempre utilizzare il programma adatto al tipo di tessuto e centrifugare adeguatamente i capi. In questo modo si ridurranno i tempi di asciugatura e, di conseguenza, anche i consumi di energia elettrica.
Alcune aziende offrono asciugatrici che producono un vapore aggiuntivo che non secca troppo il bucato, lasciandolo morbidissimo. E’ inoltre possibile che i capi sintetici, al primo ciclo, possano restringersi.

Manutenzione esterna
Per la manutenzione esterna dell’asciugabiancheria basta utilizzare piccolissimi accorgimenti: utilizzare panni spugna bagnati e strofinare energicamente.
Meglio evitare l’uso di prodotti corrosivi, che potrebbero rovinare la lucentezza del vostro elettrodomestico, anche se ovviamente dipende dai casi specifici.
Alcuni modelli hanno delle funzionalità particolari che pur rivelandosi comode, richiedono una maggiore attenzione. Per i modelli che hanno lo scambiatore di calore che si pulisce in maniera automatica, bisogna stare attenti a non estrarre il filtro dell’acqua durante questa particolare operazione. Per le asciugatrici che hanno i sensori di umidità, bisogna pulire anche quelli.
L’operazione è abbastanza semplice: basta strofinare delicatamente con una spugnetta umida.

Come Realizzare i Costumi per una Recita

Risulta essere abbastanza facile travestirsi. Indossa qualcosa di strano, afferra un bastone ed eccoti pronto per una recita, uno spettacolo o anche solo per divertirti. Non occorre creare abiti complicati, l’importante è puntare sugli accessori giusti che renderanno subito l’idea del personaggio che vuoi interpretare.

Ecco cosa potrai usare per travestirti: degli abiti vecchi e logori se vuoi personificare un vecchio, mendicante, vagabondo, un pagliaccio oppure un pirata. Indossa un abito lungo invece per fare una vecchia, o una ballerina, o una zingara oppure una strega. Indossa una camicia rovesciata per fare il dottore, il farmacista, il parrucchiere o l’artista.

Utilizza un cappello floscio per fare un vecchio, una vecchia, un vagabondo o un mendicante. Metti una casseruola in testa per fare il soldato, il cavaliere oppure un uomo spaziale. Indossa invece un cappello di paglia per ricreare un agricoltore, un contadino o una contadinella. Metti una sciarpa per fare una vecchia, una zingara, un cow-boy, un agricoltore o un pirata.

Utilizza una cappa di carta crespata per fare la regina, la fata, Robin Hood o il cavaliere. Porta un ombrello per fare un vecchio o una vecchia o un pagliaccio, mentre un bastone per fare un vecchio, una vecchia o un mendicante. Tieni in mano una pistola per fare il cow-boy, il pirata, il soldato o un uomo spaziale.

Come Fare la Ratatouille

La ratatouille è un tipico piatto francese davvero molto gustoso. La sua realizzazione non è per nulla complicata. Può certamente essere paragonata alla nostra caponata. Inoltre puoi servirla da sola, o accompagnata con del riso in bianco, a cui dovrai miscelarla per ottenere ottimi risultati. Vediamo come occorre comportarsi per la preparazione.

Occorrente
2 o 3 spicchi d’aglio
2 cipolle
1 peperone verde ed uno rosso
2 melanzane
2 zucchine
6 cucchiai di olio
Mezzo chilo di pomodori
Sale, pepe, e qualche foglia di basilico

Metti in una pentola a bollire dell’acqua, non salata, e portala a ebollizione con dentro i pomodori, che dovrai quindi scottare per poi pelare e tagliare a pezzetti.
Nel frattempo, sbuccia le verdure, tagliale a cubetti (abbastanza grandi), e taglia il peperoni eliminandone i semi.
Metti in una padella antiaderente qualche cucchiaio di olio, e facci appassire la cipolla, insieme ai peperoni, fintanto che saranno ben dorati.
In un’altra pentola, con un altro pò di olio, fai rosolare gli spicchi di aglio con melanzane e zucchine.

Le melanzane per loro natura tendono ad assorbire molto l’olio di cottura. Per evitare questo puoi provare ad immergerle una decina di minuti in acqua salata, strizzandole poi, e ponendole a cuocere.
Quando le melanzane e le zucchine avranno raggiunto la giusta doratura, aggiungi i pomodori che avrai pelato a tagliato a cubetti, facendo cuocere una decina di minuti, salando, pepando, ed aggiungendo 1-2 foglie di basilico.

Una volta trascorso questo tempo, unisci tra loro tutte le verdure, facendole cuocere per ulteriori 15 minuti. Poni attenzione quando mescoli il tutto, per non spappolare le verdure stesse.
Una volta che tutto questo sarà pronto, e quindi trascorsi i 15 minuti, prepara la teglia da forno. Cospargine i contorni con una noce di burro, e versa tutto il composto in essa, spolverando poi la superficie con abbondante parmigiano.
Metti in forno già caldo a 180 gradi per pochi minuti, il tempo che il formaggio si colorisca!

A questo punto puoi servire cosi,oppure decidere di servire accompagnato con del riso, semplicemente preparando il riso, scolandolo, mettendo nei piatti, e cospargendoci sopra la ratatouille.

Cosa Fare se Windows non Vede Disco Esterno

Colleghi un qualsiasi hard disk esterno o una “chiavetta usb” e non ti fa accedere? Se tenti di entrare, sia tramite il comando “apri” che tramite il comando “esplora” si apre la finestra “apri con” e ti chiede di selezionare un software tra quelli installati? Qui c’è la soluzione per te!

Il tutto è causato da un virus presente sul computer e che infetta qualsiasi pendrive o hd esterno colleghi. Quindi la prima cosa da fare è eseguire una scansione approfondita con un antivirus aggiornato del disco rigido del tuo computer ed eliminare gli eventuali files infetti trovati. Dopo aver ripulito il disco del computer esegui una scansione anche delle penne e dei dischi esterni.

Nonostante l’antivirus abbia eliminato i file infetti ancora non riuscirai ad aprire i dischi. Il file che ti causa questo problema è “Autorun.inf” che il virus crea in qualsiasi disco o pendrive colleghi. A questo punto il virus, dopo la scansione effettuata nel passaggio precedente, non ci sarà più ma il file “.inf” è ancora presente e va eliminato manualmente.

Intanto dopo le scansioni dei dischi riavvia il computer. Poi vai sul pulsante “Start”, “Esegui”, scrivi il comando “cmd” e dai invio da tastiera. Si aprirà la finestra del “Prompt dei comandi”, scrivi il comando “Cd\” per spostarti nel disco “C:\”. Adesso scrivi il comando “Attrib -h -r -s autorun.inf” per privare questo file di qualunque protezione. Poi dai il comando “Del autorun.inf” e il file sarà eliminato. Al prossimo riavvio di windows potrai aprire tranquillamente il disco “C:\” con doppio clic.

Gli stessi passaggi dovrai seguire per eliminare il file da ogni penna o harddisk in cui ti dà il difetto. L’unica cosa alla quale devi fare attenzione è la lettera che il sistema assegna al disco che colleghi. Se la pendrive che colleghi, ad esempio, ha come lettera la “D:\” allora il primo comando che devi dare è: “D:”.
Staccando e ricollegando la pendrive potrai aprirla con doppio click.

Come Iniziare a Praticare il SUP

Oggi spieghiamo come iniziare a praticare il SUP, una delle mode del momento per quanto riguarda gli sport da praticare al mare.

Per iniziare, è importante sapere che le tavole da SUP sono disponibili in tutte le forme e dimensioni. Il tipo più comune di tavola è il paddle board rigido.
Nel 2014 sono poi comparsi sul mercato i SUP gonfiabili. Oggi, i paddle gonfiabili sono molto popolari. I SUP gonfiabili offrono molti vantaggi rispetto a quelli rigidi, tuttavia, entrambe le soluzioni possono essere valide a seconda delle tue esigenze.
Per dettagli sulla scelta della tavola è possibile vedere questa guida sul SUP gonfiabile di Luca Trucco.

Vediamo adesso quali passaggi devi seguire per alzarti in piedi su un SUP
-Porta la tavola acqua in modo che la pinna non rischi di colpire il fondale
-Inizia in ginocchio. Stando sulle ginocchia dai alcune pagaiate su ogni lato della tavola
-Lentamente, alzati con un piede alla volta e rimani al centro della tavola con i piedi paralleli, tenendoli a circa la larghezza delle spalle
-Mantieni le ginocchia leggermente piegate.
Tieni presente che potresti cadere. Quando lo fai, salta indietro e riprova.

Una volta che hai imparato a mantenere l’equilibrio, puoi iniziare a pagaiare.
Come pagaiare in avanti
-Mantieni il braccio inferiore dritto e relativamente fermo.
-Tira il braccio superiore verso il corpo per estendere la pagaia in avanti
-Ruota la spalla in avanti ed estendi la portata
-Metti la pagaia in acqua il più avanti possibile
-Invece di tirare la pagaia attraverso l’acqua, pensa a tirare oltre la pagaia.
Per rimanere in linea retta, esegui alcune pagaiate da un lato, quindi passa all’altro.

Per girare a sinistra, posiziona la pagaia nell’acqua sul lato destro. Allo stesso tempo, gira il busto sul lato sinistro.
Mantieni una posizione bassa e tira a destra, verso la coda con la pagaia, mentre ruota e piegati a sinistra con il busto. Sentirai la tavola spostarsi rapidamente a sinistra.

Per girare a destra, posiziona la pagaia vicino alla coda e tira verso la punta mentre sposti il busto verso destra.

Seguendo questi semplici consigli potrai iniziare a praticare il SUP senza problemi.