Come Fare Germogliare i Semi più Velocemente

Chi pratica giardinaggio sa benissimo che la maggior parte di semi impiega dai 10 ai 20 giorni per germogliare. Con questo metodo ti basteranno dalle 48 alle 72 ore per osservare la prima “radichetta” sul tuo semino. Il fattore più affascinante è che avverrà tutto sotto i tuoi occhi: potrai vedere il seme germogliare.

Per prima cosa bisogna preparare l’ambiente più adatto per far germogliare i teneri semini. Prendi una scatoletta trasparente, se non ne possiedi già una, ti basterà acquistare dei formaggini oppure una confezione di Philadelphia (le piccole da sei sono vendute in un rettangolo di plastica), a questo punto prendi le forbici e la carta assorbente, tagliane un pezzetto in modo da poter foderare completamente il fondo della scatola. Ripeti questa operazione per 3 volte in modo da avere 3 pezzetti di carta sul fondo della tua scatola. Ora con le stesse forbici, o meglio un giravite se ce l’hai, pratica dei piccoli forellini sul tappo della scatoletta di plastica, è necessario che l’aria riesca a passare ma in quantità adeguata: attenzione a non fare dei buchi troppo grossi o si formerà della muffa sulla carta assorbente.

Deposita i semi nel tuo “Sprout Box”. Prendi i tuoi semi e depositali sul fondo del box. Non tutti sanno che la camomilla ha la capacità di disinfettare i semi e riesce inoltre ad ammorbidire il tegumento (il tessuto superficiale del seme) facilitando la fuoriuscita dei cotiledoni (le prime radichette del seme). Per questo motivo, prendi la bustina di camomilla e mettila in un bicchiere d’acqua, fai pressione sulla bustina per scaricarne l’essenza ed usa alcune gocce dell’infuso per idratare i semini; fai in modo che le gocce cadano direttamente sul seme senza fare eccessi: usa solo le gocce che possono essere assorbite in immediata prossimità dei semi. L’assorbenza dello scottex sarà sfruttata per l’acqua.

Irriga il tuo “Sprout Box”. Dopo aver fatto “riposare” per 30 minuti i semini in presenza dell’infuso di camomilla, prendi qualche goccia d’acqua (possibilmente senza calcare) e imbevi gli strati di scottex. Attenzione, questi non dovranno essere troppo zuppi, ma solo ben imbevuti, se per sbaglio metti troppa acqua tampona i bordi con un po’ di carta assorbente, senza muovere i semi.

Posiziona il tuo “Sprout Box”. Per una rapida germogliazione c’è bisogno di tenere il box con i semi al caldo (circa 28 C), per questo puoi metterlo sul case del tuo computer, un luogo abbastanza caldo. Di solito è favorita la luce solare, ma se il case del computer si trova in camera andrà bene anche quella dell’ambiente domestico. Se non vuoi poggiare il box sul tuo computer puoi metterlo in prossimità di una lampada calda da studio, in questa fase il fattore decisivo è il calore. Se sul tappo del tuo “box sprout” si saranno formate delle goccioline di condensa le cose staranno andando per il verso giusto.

Geminazione e semina. Dopo due giorni noterai delle piccolissime foglioline, bene, vuol dire che i tuoi semi sono germogliati e pronti per la semina. Questa è la fase più delicata: attento quando rimuovi i semi dagli scottex, la radichetta potrebbe essersi “attorcigliata” ai filamenti della carta assorbente, ma nulla che un po’ di delicatezza non possa risolvere. Buona semina.

Come Fare Giocare i Bambini in Spiaggia

Quante volte ti sarà successo al mare che i bambini si siano stancati di giocare con la sabbia, o non vogliono uscire dall’acqua, e non sai cosa inventare per farli stare buoni? Ecco qualcosa adatta a loro, con la quale giocheranno e si divertiranno, palla prigioniera.

Il gioco è molto semplice: si decide innanzitutto chi deve giocare, in modo che si possano fare anche due squadre. Io però consiglio di giocare tutti contro tutti. Se decide un’area ben delineata dentro la quale dovranno necessariamente stare tutti i bambini. Più sono, più dovrebbe essere grande il campo.

A questo punto si decide il primo bambino che dovrà tenere la palla. Inizierà a rincorrere gli altri bambini, tentando di colpirli con la palla. Avrà 5 minuti di tempo per colpire più persone possibili. Chi uscirà fuori dal campo delineato è come se fosse stato colpito, perciò dovrà abbandonare il quadrato di gioco.

Se il bambino avrà colpito tutti gli altri prima della fine del tempo, si inizia a giocare con un altro bambino che avrà la palla. Per tutti gli altri invece si stilerà una classifica. I bambini saranno davvero contentisimi, si divertiranno un sacco, e per un pò si dimenticheranno di fare i capricci!

Come Igienizzare la Casa per un Bambino

La casa è piena di germi, acari, batteri e vostro figlio non li tollera proprio specialmente nei primi mesi quando ancora deve sviluppare il suo sistema immunitario. Una giusta igiene casalinga e una corretta pulizia sono priorità assolute quando c’è un neonato.

L’igiene in una casa è molto importante specialmente quando sta per essere abitata da una dolce attesa, vostro figlio neonato.

Molti genitori non sono preparati sull’argomento della pulizia o perché sono tutti e due dei lavoratori oppure perché sono abituati allo sporco casalingo.
Occorre trattare tutte le superfici della casa e le varie stanza in maniera diversa dall’altra e pulire attentamente la stanza dove dormirà vostro figlio.

E’ inutile acquistare migliaia di prodotti adatti per sterilizzare, la migliore cosa è il sapone e una grande quantità di olio di gomito.
La stanza dove dovrà essere posizionata la culla di vostro figlio dovrà risplendere, evitate che ci siano librerie o altri oggetti che sono portatori di polvere quindi in conseguenza di acari (pericolosi in caso di allergie e per il suo apparato respiratorio).

Usate un aspirapolvere per rimuovere la polvere da ogni angolo della stanza e con un panno umido e del sapone pulite bene tutte le superfici.
I germi si annidano nello sporco, evitate uso di sostanze chimiche germicidi, la soluzione sta nel rimuovere solo lo sporco visto che rendere una casa priva di germi è impossibile.

Per i pavimenti della stanza usate dei saponi disinfettanti ma non nocivi ne aggressivi chimicamente, usate sempre dei stracci puliti e mi raccomandi di spolverare sempre prima di lavare.
In alternativa, è possibile igienizzare i pavimenti utilizzando una scopa a vapore.
Per la cucina vale sempre lo stesso discorso, l’igiene e l’uso di prodotti altamente nocivi e chimici sarebbe meglio eliminare, adottate soluzioni schiumose naturali e pulite bene le superfici con un panno umido.

Per i pavimenti della cucina usate sempre saponi disinfettanti e non usate mai lo stesso straccio per pulire in un’altra stanza o usare quello di un’altra.

Negli altri spazi della casa fate la stessa procedura, togliete la polvere con un panno umido, passate dei saponi naturali per pulire le superfici, passate l’aspirapolvere per togliere la polvere dai pavimenti e da eventuali poltrone, divani, materassi.
Poi passate lo straccio sui pavimenti con dei saponi disinfettanti, vostro figlio quando incomincerà a gattonare potrà anche mangiarci per terra (era un eufemismo spero lo abbiate capito).

A proposito di gattonare, il pericolo che vostro figlio vada in bagno è alto, la presenza di germi e batteri in questa stanza della casa lo rende un ambiente ostile per la sua salute.

Cercate di usare gli stessi accorgimenti delle altre stanze solo con più frequenza, pulite bene i sanitari ogni giorno ed allontanate il più possibile dalla sua portata oggetti portatori di batteri (scopettino wc, asciugamani bidet, porta rotoli ecc. Ecc.).

La vostra casa dovrà risplendere come non mai, non occorrono prodotti costosi e adatti per l’igiene della vostra casa e per la sicurezza di vostro figlio, serve solo molta buona volontà e olio di gomito.

La sicurezza di vostro figlio e la tutela della sua salute non devono essere sottovalutate specialmente nel primo periodo di vita, le sue difese stanno maturando e i rischi allergici potrebbero sempre essere in agguato insieme alle contaminazioni batteriche.

Fate attenzione ad ogni angolo della casa, senza diventare maniaci, un giusto compromesso tra la vivibilità dell’ambiente e della vostra salute mentale e di quella fisica del vostro neonato.

Come Fare Giocare i Bambini alle Belle Statuine

Quante volte vi è capitato di badare a più bambini, perchè magari avete organizzato la festa di compleanno di vostro figlio e non sapere che cosa fare per tenerli buoni? Per farli stare buoni potrete fargli fare dei giochi, come questo delle belle statuine che è molto semplice, e per farlo praticamente non occorre nulla.

A sorte, magari facendo la conta, si dovrà estrarre un bambino il quale sarà il “guardiano” delle statuine. Tutti gli altri bambini invece si disporranno su una linea orizzontale qualche metro più distante del guardiano. A questo punto il guardiano potrà dare vita al gioco girando le spalle ai propri compagni.

Da questa posizione il guardiano dovrà canticchiare la seguente canzoncina: “le belle statuine d’oro e d’argento del 1700, è pronto il caffè?”. Durante che il guardiano canticchia la canzoncina gli altri bambini dovranno avanzare verso il guardiano, ma appena il guardiano finisce la strofa essi si dovranno fermare di botto, e mantenere inalterata la posizione in cui si trovavano appena fermati.

A questo punto il guardiano dovrà controllare che effettivamente i concorrenti non si muovano dalla loro posizione, e non devono nemmeno ridere altrimenti saranno rimandati alla distanza iniziale e dovranno ricominciare da capo. Il bambino che per primo raggiunge la postazione del guardiano mentre lui ancora non si è rigirato per effettuare il controllo prenderà il posto del guardiano stesso, mentre il vecchio guardiano diventerà una delle statuine.

Come Eliminare i File Doppi

Ci risiamo, il disco fisso del tuo computer è pieno zeppo di dati e tu non hai la minima idea su dove mettere le mani per liberare spazio. Forse non lo sai, ma ad ingolfare l’hard disk del tuo PC potrebbero essere dei file doppioni completamente inutili. Prova ad usare il programma gratuito CloneSpy per liberartene una volta per tutte.

Collegati sul sito Internet ufficiale di CloneSpy, fai click sulla voce Download situata sulla sinistra e, nella pagina che si apre, clicca sulla voce Download collocata sotto alla dicitura CloneSpy V2.41 per scaricare il file d’installazione del programma sul tuo computer.

A scaricamento completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (cspy241.exe) e, nella finestra che si apre, fai click sul pulsante Next. Clicca quindi su I Agree per accettare le condizioni di utilizzo del programma e fai click prima sul pulsante Next per due volte consecutive, poi su Install e Finish per terminare il processo d’installazione ed avviare il programma.

A questo punto, fai click su OK per accedere alla schermata principale di CloneSpy e, nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Add Folder. Seleziona quindi le cartella in cui vuoi far ricercare e cancellare i file doppioni e clicca sul pulsante Add selected folder per confermare la tua scelta. Puoi anche controllare tutte le sottocartelle presenti in una cartella facendo click su Add all sibling folders dopo aver selezionato la directory principale.

Adesso, non ti rimane che cliccare prima sul pulsante OK e poi su Start scanning per avviare la ricerca dei file doppioni nelle cartelle selezionate. Nel corso della procedura, se verranno trovati dei file doppioni, comparirà una finestra in cui dovrai selezionare tramite doppio click quale elemento conservare e quale no. Una volta effettuata la tua scelta, non ti rimarrà che cliccare sul pulsante Delete all marked files per cancellare i doppioni.