Come Decorare gli Oggetti con la Sabbia

Questa guida ti mostra come, con semplici elementi, facilmente recuperabili, come la sabbia e le conchiglie, alcuni fogli di carta, e due cartoni che facciano da copertina, puoi creare un libro con un frontespizio decorativo davvero speciale. Ecco come puoi procedere.

Occorrente
fogli di carta A4, colore acrilico blu, un contenitore per immergere i fogli, cartone spesso, colla vinilica, pennelli morbidi, conchiglie, sabbia.

Versa dell’acqua in un contenitore rettangolare poco più grande del foglio in formato A4 che andremo ad immergere. Nel contenitore aggiungi sempre del colore acrilico blu. Immergi i fogli di carta A4 e lasciali asciugare in modo che s’impregnino del liquido blu. Taglia due parti di cartone un po’ più grandi del foglio A4.

Con un’apposito taglierino fora la copertina e i fogli colorati facendo attenzione che i buchi siano posti tutti alla stessa distanza. Con il colore blu e un pennello piatto dipingi in modo uniforme l’interno della copertina del libro. Sulla parte anteriore del libro cospargi la colla vinilica. Dopo di chè, non aspettare che la colla si asciughi. Procedi immediatamente con quanto descritto nel passo

Versa la sabbia sull’intera superficie anteriore del libro, subito dopo incollate le conchiglie. Prima che la sabbia si asciughi. Usa la parte posteriore del pennello per graffiare il centro della copertina, dove non ci sono le conchiglie, in modo da creare delle decorazioni sfiziose. Potrai dare libero sfogo alla tua fantasia.

Come Cuocere il Pane nel Forno Elettrico

Il pane fatto in casa è veramente buono, soprattutto quando lo mangiamo ancora caldo e bello fragrante. Che profumo poi si diffonde mentre sta cuocendo.. Con la macchina per il pane è abbastanza semplice e veloce prepararlo, però in questo modo si ottiene solo il pane a cassetta. Se si decide di mettere l’impasto nel forno, qualche volta si rischia di avere un pane troppo secco e poco gradevole. In questa guida ti spiego due trucchi per avere un buon pane anche se lo cuoci nel forno elettrico di casa.

Per iniziare, devi fare scaldare il forno alla temperatura di 200 gradi.
Bada, è molto importante infornare l’impasto quando la temperatura è raggiunta e mai prima (lo stesso accorgimento è valido per le torte e in generale per tutti i preparati per i quali è prevista una lievitazione).
Intanto prepara la placca, mettendoci sopra un foglio di carta da forno o un tappetino di silicone (lo trovi dove vendono anche le teglie, quelle “tutte morbide”).

Prendi l’impasto e ponilo sopra la placca, dando la forma della pagnotta o dei panini, come preferisci.
Intanto prendi il contenitore di coccio e riempilo per metà di acqua, a temperatura ambiente e mai troppo fredda.
Apri il forno, metti il pentolino con l’acqua sul fondo, poi poni la placca a metà altezza e chiudi subito.
Cerca di fare questa operazione velocemente, perchè se il forno sta aperto troppo, la temperatura interna scende.
Il pentolino con l’acqua serve per mantenere nel forno la giusta umidità ed evitare che si formi subito una crosta dura intorno e che quindi il pane, a cottura avvenuta, risulti troppo secco.

Il tempo di cottura varia a seconda della grandezza della pagnotta.
Se hai fatto dei panini piccoli, possono bastare anche 20/25 minuti. Se hai scelto di preparare una pagnotta tonda, potrebbero volerci circa 40 minuti. Segui i tempi indicati nella ricetta che hai scelto.
Quando il pane è cotto togli la placca dal forno e appoggiala su una superficie resistente al calore.
Ed ecco che entra in scena il secondo trucco!
Coprilo con un canovaccio.
Questo serve per non disperdere subito il calore e mantenere un giusto grado di umidità, così non si forma quella crosta durissima, come altrimenti può capitare qualche volta.
Se per caso hai lasciato il pane in forno un po’ troppo e ti sembra che si sia seccato, inumidisci leggermente il canovaccio prima di stenderlo sopra.
Quando sarà ora di mangiare, potrai gustare un’ottima e fragrante pagnotta fatta in casa!

Come Cucinare la Panna Cotta alle Mandorle

Desideri cucinare la panna cotta? Allora apprestati a seguire questa guida che ti aiuterà a preparare la panna cotta alle mandorle. Una vera delizia del palato. Leggi con attenzione e buona volontà i passi della stessa e vedrai che il risultato sarà sublime.

Occorrente
Quattro fogli di gelatina
500 ml di panna
200 ml di latte
120g. di zucchero
50g. di mandorle

Facciamo ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda per circa venti minuti. A parte mettete sul fuoco la panna, il latte e lo zucchero. Adesso sgusciamo le mandorle e tritiamole finemente e aggiungiamo il tutto alla panna. Abbassate la fiamma al minimo e fate scaldare per dieci minuti circa. Facciamo in modo che il nostro composto non bolli, mescoliamo di tanto in tanto.

Passati i dieci minuti, togliamo dal fuoco il pentolino ed aggiungiamo al latte e panna la gelatina ben strizzata. Mescoliamo il tutto a dovere, fino a quando la gelatina non si sarà sciolta completamente. A questo punto, inseriamo il tutto in uno stampino da panna cotta o da budino, e lasciamo riposare in frigo almeno per cinque ore. Una volta trascorso il tempo necessario, tiriamo fuori dal frigo e possiamo toglierla dallo stampino.

Potrebbe essere difficoltoso togliere la panna cotta dallo stampino, quindi mettete un pò di acqua sul fuoco ed una volta calda, immergetevi lo stampino per un pò, così si eviterà che la panna cotta avrà aderito alle pareti dello stampino. Se lo desideriamo, possiamo servire la panna cotta anche con della cioccolata o altro.

Come Costruire Specchio da Parete

Lo specchio è uno dei complementi d’arredo che nessuno trascurerebbe di includere nella mobilia di casa, soprattutto in bagno o in camera da letto. Con questa guida impareremo insieme come costruire, in maniera anche abbastanza semplice, uno specchio, sta a voi decidere dove piazzarlo.

Occorrente
Levigatrice
Trapano
Avvitatore a batteria
Banco sega
Set di punte per il legno e per la pietra
Tasselli
Carta abrasiva
Tinta, pennello o panno di stoffa
Matita morbida
Nastro biadesivo
Silicone
Livella a bolla
Pannello di legno incollato, faggio, 20 mm.

Ponete su un piano di lavoro il pannello dello specchio in modo che la parte posteriore sia rivolta verso il basso. Sistemate lo specchio al centro del pannello in modo che ogni suo lato sia equidistante dai bordi e segnatene con la matita il contorno. Togliete lo specchio. Preforate il pannello tramite un trapano con punta da 4 mm.

I fori vanno eseguiti nel numero di tre tra i segni della matita e il bordo esterno. Da un pannello tagliate due barre di 500 mm di lunghezza e 120 mm di larghezza. Tagliate a 45 grdi il pannello che per comodità avrete fissato una morsa. Adesso preforate i listelli da fissare a parete e il distanziale per l’avvitamento sulla parte posteriore.

Per fissare alla parete lo specchio aiutatevi con una livella. Avvitate i listelli alle preforature. Il pezzo che avviterete per primo deve avere un diametro di 0,5 – 1 mm più grande del diametro della vite, mentre il secondo vale il discorso inverso. Verniciate la superficie da incollare. Levigate la superficie e lavoratela con vernice trasparente a spruzzo. Asciugata la vernice, levigate ulteriormente la superficie e passare di nuovo la vernice in quantità più elevate. Applicate lo specchio con l’apposito bioadesivo. Fissate i listelli della cornice avvalendovi dell’avvitatore. Appendete al muro lo specchio con l’ausilio del trapano e della livella.

Come Costruire uno Sgabello a Tre Gambe

Ti insegnerò, con questa guida, a costruire uno sgabello dal minimo ingombro: lo potrai mettere nel portabagagli della macchina, nel cestino della bicicletta, in un armadio o, addirittura, in un cassetto. Se sei solita fare picnic, ti sarà sicuramente utile e ne potrai costruire quanti ne vuoi! Vediamo allora come procedere.

Occorrente
Per lo sgabello:
3 bastoni del diametro di 3 o 3,5 cm e lunghi 64 cm
Corda
Tela robusta o cuoio
3 puntali di metallo o 3 gommini
Filo
Attrezzi per la costruzione:
Sega
Ago
Forbici

Prepara innanzitutto il sedile in stoffa dello sgabello: un triangolo di circa 35 cm di lato; in corrispondenza con gli angoli arrotondati, cucirai 3 tasche in cui inserirai successivamente le gambe. La tasca dovrà essere tagliata con una superficie leggermente superiore all’angolo dove va cucita e con il bordo arrotondato.

Prendi ora i tre bastoni che formano le gambe, tagliali obliquamente alle due estremità, in modo che non scivolino sul terreno e si inseriscano, più facilmente, nelle tasche. I tre bastoni saranno legati assieme, annoda più volte la corda attorno a ognuno di essi, all’altezza di 29 cm misurata dall’alto; avranno nella parte superiore un’apertura di 35 cm, evidentemente uguale alla misura del sedile, e in basso di 40 cm.

In questo modo, l’altezza totale dello sgabello sarà di 50 cm. I tre bastoni potranno avere, all’estremità, un gommino, utile, soprattutto, se usi lo sgabello in casa, oppure un puntale di metallo, utilissimo per gite o pic-nic. Il tessuto di grosso cotone o di canapa può essere sostituito con cuoio.