Come Fare Germogliare i Semi più Velocemente

Chi pratica giardinaggio sa benissimo che la maggior parte di semi impiega dai 10 ai 20 giorni per germogliare. Con questo metodo ti basteranno dalle 48 alle 72 ore per osservare la prima “radichetta” sul tuo semino. Il fattore più affascinante è che avverrà tutto sotto i tuoi occhi: potrai vedere il seme germogliare.

Per prima cosa bisogna preparare l’ambiente più adatto per far germogliare i teneri semini. Prendi una scatoletta trasparente, se non ne possiedi già una, ti basterà acquistare dei formaggini oppure una confezione di Philadelphia (le piccole da sei sono vendute in un rettangolo di plastica), a questo punto prendi le forbici e la carta assorbente, tagliane un pezzetto in modo da poter foderare completamente il fondo della scatola. Ripeti questa operazione per 3 volte in modo da avere 3 pezzetti di carta sul fondo della tua scatola. Ora con le stesse forbici, o meglio un giravite se ce l’hai, pratica dei piccoli forellini sul tappo della scatoletta di plastica, è necessario che l’aria riesca a passare ma in quantità adeguata: attenzione a non fare dei buchi troppo grossi o si formerà della muffa sulla carta assorbente.

Deposita i semi nel tuo “Sprout Box”. Prendi i tuoi semi e depositali sul fondo del box. Non tutti sanno che la camomilla ha la capacità di disinfettare i semi e riesce inoltre ad ammorbidire il tegumento (il tessuto superficiale del seme) facilitando la fuoriuscita dei cotiledoni (le prime radichette del seme). Per questo motivo, prendi la bustina di camomilla e mettila in un bicchiere d’acqua, fai pressione sulla bustina per scaricarne l’essenza ed usa alcune gocce dell’infuso per idratare i semini; fai in modo che le gocce cadano direttamente sul seme senza fare eccessi: usa solo le gocce che possono essere assorbite in immediata prossimità dei semi. L’assorbenza dello scottex sarà sfruttata per l’acqua.

Irriga il tuo “Sprout Box”. Dopo aver fatto “riposare” per 30 minuti i semini in presenza dell’infuso di camomilla, prendi qualche goccia d’acqua (possibilmente senza calcare) e imbevi gli strati di scottex. Attenzione, questi non dovranno essere troppo zuppi, ma solo ben imbevuti, se per sbaglio metti troppa acqua tampona i bordi con un po’ di carta assorbente, senza muovere i semi.

Posiziona il tuo “Sprout Box”. Per una rapida germogliazione c’è bisogno di tenere il box con i semi al caldo (circa 28 C), per questo puoi metterlo sul case del tuo computer, un luogo abbastanza caldo. Di solito è favorita la luce solare, ma se il case del computer si trova in camera andrà bene anche quella dell’ambiente domestico. Se non vuoi poggiare il box sul tuo computer puoi metterlo in prossimità di una lampada calda da studio, in questa fase il fattore decisivo è il calore. Se sul tappo del tuo “box sprout” si saranno formate delle goccioline di condensa le cose staranno andando per il verso giusto.

Geminazione e semina. Dopo due giorni noterai delle piccolissime foglioline, bene, vuol dire che i tuoi semi sono germogliati e pronti per la semina. Questa è la fase più delicata: attento quando rimuovi i semi dagli scottex, la radichetta potrebbe essersi “attorcigliata” ai filamenti della carta assorbente, ma nulla che un po’ di delicatezza non possa risolvere. Buona semina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *