Come Conservare i Funghi

Realizzare con le nostre mani scorte golose per l’inverno e’ facile, rilassante e di enorme soddisfazione infatti non e’ vero che le conserve sono “cose” da esperte ma se vuoi provare a conservare i funghi porcini sotto olio segui la guida e vedrai che e’ un gioco da ragazzi.

Occorrente
1 kg funghi porcini
1 litro di aceto di vino bianco
1/2 litro di vino bianco
Qualche grano di pepe
2 spicchi d’aglio
4 foglie di alloro
1 pizzico di sale
Olio extra vergine di oliva
Vasetti di vetro
Carta da cucina

Pulisci 1 kg di funghi porcini piccoli, sani e sodi eliminando la parte terrosa dei gambi, raschiandola con un coltellino e strofinando con un panno umido gambi e cappelli.
Fai bollire 1 litro di aceto di vino bianco e 1/2 litro di vino bianco, qualche grano di pepe, 2 spicchi d’aglio spellati, 4 foglie di alloro ed un pizzico di sale.

Immergi i funghi interi all’interno dell’aceto bollente (per conservarli e modificarne l’acidita’), sgocciolali dopo 5 minuti circa e lasciali asciugare su carta da cucina per un giorno intero.
Se vuoi migliorarne il sapore aggiungi 1 cucchiaino raso di zucchero.
Sistema i funghi “asciutti” in vasetti di vetro, cercando di ottimizzare lo spazio.

Batti leggermente i vasetti di vetro sul tavolo, in modo da non lasciare spazi vuoti dopodiche’ riempili con olio extravergine d’oliva in modo che sopravanzi di 2 dita.
Chiudi i barattoli e mettili in un luogo asciutto e buio.
Si conservano per 3-4 mesi circa.
Quando li apri tienili in frigo e toglili mezz’ora prima di servirli, in modo che ritornino a temperatura ambiente.

Come Avere Capelli alla Moda

Come avere una bella pettinatura, la moda di quest’anno è un nuovo raccolto. Macro chignon, onde e ciocche friseè. Per essere sempre all’altezza. Sculture di capelli, omaggio agli anni quaranta. Lo chignog più nuovo si proietta verso l’alto. in questa guida spiegheremo come avere pettinature semplici e femminili.

Lo chignon più nuovo si proietta verso l’alto e spesso in avanti come una visiera. Collo e lati del viso restano liberi. Per le acconciature si parte da una coda di cavallo, pettinata stando a testa in giù e poi fermata sopra alla fronte. Mousse e lacca sono indispensabili per dare corpo e fissare la chioma.

Non lisci e non ricci, ma NATURALMENTE ONDULATI. Stop al brushing con spazzola e phon, e niente volume alle radici. Non usando il phon eviteremo di danneggere i capelli. Non dando volume alle radici, potremmo fare la fila che desideriamo. La “MESSA IN PIEGA” per i capelli lunghi si fa con le DITA e con l’ ARRICCIACAPELLI.

Il FRISEE’ si trasforma e gioca la carta dei contrasti: se i capelli sono gonfi alle radici vengono lasciati più lisci o ndulati dalla nuca alle punte. Oppure, al contrario si incollano alla testa per aprirsi come un ventaglio sulle lunghezze increspate. In entrambi i casi, la fronte è scoperta. GEL FISSATORE E PIASTRA A ONDINE FITTE servono a ottenere questa COIFFURE, anche su tagli più corti, a caschetto.

Alto o basso,sobrio e ordinato oppure annodato casual. Lo chignon è di moda, soprattutto se i capelli sono divisi con la riga di lato. Per ottenere un EFFETTO MODERNO ma molto naturale è necessario, dopo aver fermato con un ELASTICO e attorcogliato su se stessa la CODA DI CAVALLO far uscire le punte e fissarle verso l’alto o lateralmente con qualche FORCINA, come se sfuggissero al torchon.

Come Fare i Capelli Lisci con la Piastra

Anche chi ha i capelli ricci e ribelli puo’ ogni tanto permettersi di cambiare look e avere dei capelli lisci e ordinati. Certo se i ricci sono veramente tanto ricci richiede un po’ di empo e pazienza ma non è impossibile!

Prima di tutto bisogna lavare i capelli con uno shampoo adatto ai capelli lisci (ce ne sono tantissimi sul mercato), massaggiando per bene la cute e lavando bene tutto il capello fino alle punte.

Dopo lo shampoo risciacquare per bene i capelli stando attente a non lasciare residui di shampoo, soprattutto sulla cute. Dopo averli risciacquati consiglio di applicare un bel balsamo per capelli lisci e lasciarlo agire per qualche minuto.

Dopo qualche minuto risciacquare accuramente il balsamo e pettinare per bene i capelli sciogliendo tutti i nodi e rendendoli morbidi, in questo modo sarà poi molto più semplice renderli lisci con la piastra.

Ora che i capelli sono puliti non resta che asciugarli per bene con il phon ciocca per ciocca, utilizzando una spazzola – preferibilmente con la punta rotonda – con la quale darete una piega ai capelli.

Dopo il phon noterete che i capelli appariranno già più morbidi e disciplinati e più facili da modellare. Fate scaldare la piastra, quando è pronta iniziate a prendere i capelli dal basso e piastrate ciocca per ciocca, non prendendo mai ciocche troppo grandi. Ovviamente è importante utilizzare una piastra di qualità per non rovinare i capelli. Per scegliere quella giusta è possibile vedere questo sito sulle migliori piastre per capelli.

Continuate così fino ad arrivare alla cima dei capelli, per ottenere risultati migliori tenetela per qualche secondo nella radice della ciocca e scendete poi giù fino alla punta soffermandovi un po’ e dando la forma al capello. Consiglio di utilizzare alla fine della piastra dei semi di lino o cristalli liquidi che aiuteranno a tenere il capello liscio.

Come Preparare Panzerotti di Spinaci

Oggi avevo proprio voglia di preparare un antipasto gustoso, ma non avevo molto tempo da dedicare ai fornelli.

Risulta essere così che ho deciso di preparare dei panzerotti con ricotta e spinaci, pronti in pochi minuti e il risultato è stato davvero delizioso.

Ingredienti
spinaci, 1kg
ricotta, 250gr
farina, 120gr
uova, 1
olio per friggere
sale, pepe, olio

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dagli spinaci: lavateli e metteteli a lessare in un pentolino con abbondante acqua salata. Una volta cotti, scolateli e metteteli in una ciotola, dove li condirete con dell’olio e una spolverata di pepe. Aggiungete quindi la ricotta e lasciate da una parte a riposare.

Nel frattempo preparate la pasta lavorando bene la farina e le uova. Insaporite il tutto con una presa di sale e continuate ad impastare finché non avrete creato un panetto abbastanza omogeneo. Nel caso risultasse troppo solido, aggiungete un po’ di acqua tiepida.

Una volta che l’impasto sarà pronto, mettetelo sopra una spianatoia e tiratelo con un mattarello fino a creare una sfoglia non troppo fina. Posizionate il ripieno a base di ricotta e spinaci sopra la pasta, facendo attenzione a lasciare attorno lo spazio necessario per chiudere il panzerotto. Sigillate bene la chiusura facendo una leggera ressione nei bordi oppure spennellando con un uovo sbattuto.

Prendete infine una padella antiaderente e scaldate un po’ di olio per frittura; quando sarà diventato bollente, mettete a cuocere i panzerottini fino a quando non saranno diventati dorati da entrambi i lati. Toglieteli infine dal fuoco e metteteli sopra un piatto ricoperto di carta assorbente.

Come Preparare la Salsa Rosa

La salsa rosa, o salsa cocktail, è un tipo di condimento che si presta molto bene per snack e antipasti: dai gamberi ai toast, alle semplici patatine fritte, riesce a mettere d’accordo sempre tutti, grazie al suo gusto a metà tra il dolce e il salato.

Ma come preparare la salsa rosa in casa?

Ingredienti
maionese
ketchup
tabasco
vecchia romagna

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta prendendo una ciotolina e versandoci all’interno un paio di cucchiai di maionese e uno di ketchup e mescolate bene, finché non avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. Se preferite una salsa rosa più rossa, aggiungete un altro po’ di ketchup.

Ultimate la vostra salsa cocktail aggiungendo un paio di gocce di tabasco e un paio di Vecchia Romagna: così il sapore sarà sicuramente più intenso e con una nota leggera di piccante. Mescolate bene e servite, accompagnandola alla pietanza che preferite.